• Fondazione Bresciana Assistenza Psicodisabili a marchio

Servizi per la disabilità

Gruppi Supervisione ABA – Comportamenti problema nei contesti inclusivi

Caricamento Eventi

Gruppi Supervisione ABA – Comportamenti problema nei contesti inclusivi

Data inizio corso:

30 Novembre

120€

Iscrizioni

Entro il 18 novembre 2022.
La domanda d’iscrizione sarà ritenuta valida dalla data in cui il corsista effettuerà il pagamento del corso (farà fede la data del bonifico).

Costi

Il costo è di € 120 (l’importo indicato deve intendersi comprensivo di IVA per le persone fisiche e gli enti non commerciali; al netto di IVA per le società).

La quota comprende tutte le attività e il materiale didattico.

Nota bene: nel caso in cui l’evento formativo non venga realizzato oppure il candidato non sia tra quelli selezionati, Fobap restituirà l’intera cifra versata.
In caso di disdetta da parte del corsista, Fobap renderà: l’intera cifra versata (se la disdetta avviene entro 7 giorni dall’inizio del corso); il 50% della cifra versata (se la disdetta non avviene entro i 7 giorni). Non ci sarà alcun rimborso se la disdetta non avverrà entro 7 giorni dall’inizio del corso.

Il pagamento può avvenire in uno dei seguenti modi:

  • Sul conto corrente n. 100000001861, Istituto di Credito: INTESA SANPAOLO, IBAN: IT 96 C 03069 11255 100000001861
  • In contanti, presso la segreteria di Fobap onlus (Via Michelangelo, 405, Brescia), dalle 9.00 alle 16.00 dal lunedì al venerdì.
  • Direttamente sul sito, cliccando PAGA ORA nella pagina del corso, con carta di credito.

Obiettivi

I gruppi supervisione ABA intendono offrire, con metodologie attive e partecipative, consulenza e sostegno a professionisti che seguono persone con disturbi del neurosviluppo, in modo da renderli sempre più formati e competenti nella relazione, nella valutazione e nell’intervento.

 

Metodologia

I gruppi supervisione ABA si articolano in quattro incontri infrasettimanali di due ore e mezza ciascuna, si svolgono in un arco temporale di circa due mesi e possono svolgersi in modalità online (con l’uso della piattaforma Zoom) o in presenza.

La consulenza del docente, il confronto tra pari, favorito dal piccolo gruppo, porta i discenti a prendere consapevolezza dei propri interventi, individuare nuove strategie psico-educative, rivedere le proprie modalità relazionali, confermare la validità del proprio operato.

L’organizzazione dei gruppi è la seguente:

  • Primo incontro: il docente, attraverso momenti didattici, visione di filmati, esercitazioni, introduce il tema e ne presenta gli aspetti teorici maggiormente significativi, confrontandosi con i discenti
  • Secondo incontro (a distanza di due settimane): i corsisti hanno la possibilità di presentare il caso su cui intendono ricevere supervisione nel gruppo. Attraverso momenti di discussione e confronto, si valuteranno differenti strategie educative da implementare nella quotidianità
  • Terzo incontro (a distanza di una settimana): si continua il lavoro di presentazione dei casi avviato nel precedente appuntamento
  • Quarto incontro – follow up (a distanza di circa un mese dai precedenti appuntamenti): si riprendono i casi, le strategie implementante, i punti critici.

Nota bene: è necessario che ogni partecipante, prima del corso, prenda visione di un video sulle modalità di presentazione del caso e che tale modello venga utilizzato durante la supervisione nel gruppo.

Ogni gruppo di supervisione si concentra su una tematica specifica: la comunicazione, i comportamenti problema, l’inclusione nel contesto classe, le transizioni, la definizione degli obiettivi di lavoro, e altri che saranno definiti nel corso della programmazione annuale.
I gruppi sono a numero chiuso (n. minimo di partecipanti: 12; n. massimo di partecipanti: 14).

 

Destinatari

Psicologi, professionisti sanitari della riabilitazione (educatori professionali socio-sanitari, logopedisti, Tnpee, tecnici della riabilitazione psichiatrica ecc.), educatori professionali socio-pedagogici, laureati in discipline educative, insegnanti, operatori scolastici in genere, con una formazione di base nell’analisi del comportamento conseguita attraverso la partecipazione a corsi di specializzazione (es. “Intervento comportamentale per minori con disturbi dello spettro autistico” organizzato da Fobap), corsi TAC/RBT, Master di primo livello o altro (da certificare), che seguono bambini, ragazzi o adulti con disabilità o autismo.

 

Comportamenti problema nei contesti inclusivi

Quando ci troviamo di fronte a persone con disabilità che manifestano atteggiamenti sfidanti, quali, ad esempio, l’aggressività fisica, l’autolesionismo, la distruttività ambientale, il nostro intervento educativo rischia di concentrarsi unicamente sulla gestione della crisi e della sicurezza, perdendo il valore inclusivo e abilitativo.

Il gruppo supervisione “Comportamenti problema nei contesti inclusivi”, che si rivolge a operatori già in possesso di conoscenze di base nell’ABA, intende, con una modalità partecipativa in cui ogni corsista diventa protagonista della sua formazione, sostenere i partecipanti nell’individuazione di strategie per affrontare i comportamenti disfunzionali, partendo dalla valutazione e comprensione degli stessi, fino ad arrivare alla definizione di strategie proattive e reattive che consentano di ridurre il loro impatto sulla persona e l’ambiente.

 

Organizzazione

4 incontri di 2,5 ore (16.30-19) in modalità online nelle seguenti date:

  • 30 novembre 2022
  • 14 dicembre 2022
  • 21 dicembre 2022
  • 18 gennaio 2023.

Docenti

Il coordinatore scientifico è Simone Antonioli, Direttore tecnico di Fobap Onlus e analista del comportamento.

Lidia Falzone

Lidia Falzone, Psicologa Psicoterapeuta, Analista del Comportamento BCBA, Supervisore Centro abilitativo per minori “Francesco Faroni”, Supervisore progetto NOAH presso La Nostra Famiglia, Supervisore e formatrice presso Controvento APS.

COPYRIGHT © 2015 FOBAP ONLUS. ALL RIGHTS RESERVED.. \\ C.F. 98012300178 - P. IVA 03475770172 \\ Cookies and privacy policy
Design & Development by ALL Creative Agency

Dona ora
Paypal button
Pagamento del Corso
EASY TO READ - LINGUAGGIO FACILE DA LEGGERE

Progetto in corso di sviluppo


Il linguaggio facile da leggere è un linguaggio che aiuta le persone a leggere e capire le informazioni difficili.
Le informazioni facili da leggere sono importanti per la vita delle persone con disabilità.
Le informazioni facili da leggere aiutano le persone a trovare le cose che hanno bisogno di sapere.
Le aiutano a prendere delle decisioni e a fare delle scelte.
Con il linguaggio facile da leggere la formazione permanente può diventare più facile da frequentare per le persone con disabilità intellettiva.
Anffas sta lavorando ad un progetto importante sul linguaggio facile da leggere.
Questo progetto si chiama "Easy to read".